Sentiero Le Sughere

Un grazie agli amici soci Luca e Stefania che hanno percorso in anteprima questo itinerario :

Il percorso è facile su sentiero misto tra asfalto, cemento, strade sterrate carrabili e pochi sentieri; è segnalato benissimo e troviamo strada facendo le cartine con spiegazioni storiche molto interessanti . La salita impegna soltanto nella prima parte dell’itinerario.

Il tempo di percorrenza è di circa 4 ore oppure 5 se si prosegue per l’anello di Compignano.

Volendo, si può visitare l’Oasi Lipu, breve itinerario di circa 400 mt con tre capanni di avvistamento oppure fare un giro della laguna sul barchino ( euro 6,00 a persona, max 4 persone per volta).
Autostrada Firenze-Mare , uscita Migliarino. Svoltare subito a dx per Massarosa, seguire le indicazioni per l’ Oasi di Massaciuccoli. Arrivati in paese ci sono due possibilità :

1) parcheggiare nella piazza dove c’è un bar ( il sentiero n° 2 è ben indicato sulla dx )

2) proseguire e poi svoltare a sx per strada in discesa che porta sulla laguna dell’Oasi Lipu , da qui si torna pochi metri indietro sulla strada e si svolta subito a dx per strada asfaltata seguendo le indicazioni del sentiero n° 2, alla fine dell’asfalto il sentiero prosegue sulla sx. Dopo poco troviamo un primo sito archeologico ( probabilmente i resti dei magazzini di un’antica villa romana), attraversiamo al strada e proseguendo a dx e subito in piazza troviamo il sentiero n° 2 che risale la collina.

Dopo pochi minuti si trovano i resti della villa dei Venulei e delle sue terme romane ( consiglio di visitarli al ritorno scendendo dalla Pieve di S. Lorenzo). Seguire sempre le frecce arancio in terra e le indicazioni molto chiare del sentiero n° 2 ( ritrovano spesso cartelli con l’indicazione del percorso). La vegetazione varia tra oliveti e boschi di leccio, corbezzolo, pino, sughero , quercia, e il panorama presenta scorci di mare, lago e la città di Pisa.

Dopo circa 30’ troviamo il sentiero sbarrato da una proprietà privata ( c’è una vecchia casa in ristrutturazione proprio sul sentiero). Abbiamo comunque superato la sbarra , ma sarà bene informarsi meglio . Dopo circa 75’ si raggiunge un bel prato dove finalmente si notano i primi sugheri, con tavolo e panchine ; da qui seguiamo le indicazioni in terra a dx per il sentiero n° 22. Dopo circa 120’ dalla partenza arriviamo al vecchio acciottolato (strada romana) e sulla sx possiamo ammirare due splendide ville: villa Baldini (dove Paolina Bonaparte trascorse i “cento giorni” della sua prigionia) e villa Hernandez. Dopo poco il sentiero ritorna su strada asfaltata ed a questo punto possiamo decidere di svoltare a sx per il rientro o proseguire a dx dove di può ammirare un bel panorama dalla chiesa di Compignano facendo un anello di circa 60’ dal punto di svolta. Se non sarà possibile percorrere questo secondo itinerario per problemi di caccia al cinghiale, si torna sulla strada asfaltata per prendere il n°2 che troviamo dopo circa 10’.
Dopo altri 10’ ritroviamo il sentiero a sx che ci riporta sullo stesso dell’andata. Arrivati al piazzale della Pieve di S.Lorenzo (frequentata nel medioevo dai pellegrini che percorrevano la Via Francigena) possiamo vedere dall’alto i resti della splendida villa dei Venulei (patrizi romani di Pisa che ricoprirono nel II sec. la carica di consoli) e delle Terme. L emura perimetrali ed i pavimenti di questa villa sono visibili solo in parte, il resto è ancora interrato. Tuttavia all’interno dell’Antiquarium, costruito a breve distanza da ciò che resta del vetusto edificio, è possibile ammirare una serie di reperti che offrono una più concreta testimonianza. A questo punto non ci rimane che scendere al punto di partenza.

Lascia un commento

Chiudi il menu