Acquario di GENOVA

Acquario di GENOVA e EUROFLORA

lunedi 25 aprile 2011

Piante e fiori in arrivo da tutto il mondo: torna in Fiera, dopo cinque anni, Euroflora, l’appuntamento più atteso dagli appassionati. La decima edizione della rassegna – in programma alla Fiera di Genova dagiovedì 21 aprile a domenica 1° maggio 2011 – si annuncia come uno spettacolo unico al mondo capace, attraverso la bellezza dell’esposizione, di puntare l’attenzione su alcuni dei temi più importanti del nostro tempo: la tutela della biodiversità, la capacità dell’uomo di vivere nel rispetto dell’ambiente e la necessità di mantenere un rapporto con la natura nella vita di tutti i giorni.
Euroflora è una floralie internazionale a cadenza quinquennale, riconosciuta dall’AIPH – Association Internationale des Producteurs Horticoles e aderente ad AIF, Association of International Floralies. Tra le manifestazioni della stessa tipologia è la più visitata in Europa e deve gran parte del suo successo allo straordinario impegno degli espositori ai quali sono riservati numerosi concorsi tecnici ed estetici, giudicati da esperti provenienti da tutto il mondo.

L’acquario di Genova è il più grande acquario italiano e il secondo in Europa, dopo quello di Valencia, in Spagna.
Si trova a Ponte Spinola, nel cinquecentesco porto antico di Genova, in una struttura progettata dall’architetto italiano Renzo Piano. È stato inaugurato nel 1992 in occasione delle Colombiadi, ovvero della Expo celebrativa del cinquecentesimo anniversario della scoperta dell’America; successivamente è stato a più riprese ampliato. Al momento della sua inaugurazione era il secondo Acquario più grande al mondo.
Il percorso di circa 2 ore e 30 minuti si snoda su una superficie totale di 9.700 metri quadrati. Il corpo originario (39 vasche) prevede un percorso in mezzo a vasche che ospitano pesci e molti rettili, e ricostruiscono gli ambienti naturali originari delle singole specie con evidenti finalità didattiche.
Di particolare pregio sono le tre grandi vasche che ospitano rispettivamente delfini, squali e, la terza, foche e tartarughe oltre a innumerevoli altre specie ittiche.
In molte di esse il visitatore può immergere le mani e toccare direttamente i pesci (vasche tattili). Non vi sono solo specie marine, ma anche animali di foreste pluviali o di acqua dolce.

Lascia un commento

Chiudi il menu