8 maggio 2022 – Monte Prato Fiorito

8 maggio 2022 – Monte Prato Fiorito

Venite con noi a vedere la fioritura delle giunchiglie sul Monte Prato Fiorito!!

In primavera si copre completamente di fiori, prevalentemente giunchiglie, una tavolozza di colori!

Itinerario che raggiunge la cima di Prato Fiorito percorrendo un bellissimo anello sul sentiero dell’Alta Via dei Pastori. Questo sentiero, recentemente risistemato e pulito, ripercorre uno dei tanti sentieri che nell’antichità servivano ai pastori per raggiungere i pascoli, i castagneti e i boschi situati sulla montagna, sentieri che con l’abbandono dell’allevamento e agricoltura sono stati pian piano trascurati e dimenticati.

Il sentiero proposto è uno dei più belli per salire su Prato Fiorito, la cima è comodamente raggiungibile anche dalla vicina Foce a Lago alla quale ci si arriva senza problemi in auto cosa che ha contribuito non poco al definitivo degrado delle vie di salita alternative.
E’ un anello molto panoramico che non presenta difficoltà anche se occorre essere sufficientemente allenati.

 

Lunghezza: km 10

Dislivello: 720 mt

Difficoltà: E

Tempo di percorrenza: 6 ore

Il sentiero Alta Via dei Pastori nasce nel 2019 dalla volontà del Club Alpino Italiano sez. Roberto Nobili Castelnuovo Garfagnana e dal Gruppo Trekking Pegaso, in accordo col Comune di Bagni di Lucca.  Fondamentale il sostegno della Società dei beni già Comunali di San Cassiano di Controni.  Hanno partecipato al progetto di valorizzazione della zona anche la Pro Loco Bagni di Lucca, l’associazione Jurassic Bike e l’associazione Prato Fiorito. Si tratta di un percorso ad anello dallo sviluppo di circa 10 km per un dislivello positivo di 800 mt che permette di salire in vetta al monte Prato Fiorito (1297 mt) percorrendo vie vicinali, antiche mulattiere e suggestivi crinali erbosi utilizzati fin dalla notte dei tempi dai pastori. Lungo il sentiero si trovano 4 abbeveratoi, una piccola grotta, rocce erose dal carsismo ed un riparo di emergenza (Pian di Luco 971 mt). La partenza ideale è da San Cassiano (518 mt) ma è possibile iniziare a camminare anche da Foce al Lago (1103 mt). Questo itinerario è adatto ad escursionisti allenati e ben equipaggiati.

Il nostro itinerario inizia alla chiesa che si trova subito dopo il paese di San Cassiano. Imboccare l’acciottolato che sale a destra (cartello con mappa del percorso e cartello indicatore). Tutto il percorso è perfettamente segnato con segnaletica bianco/rossa e ottima cartellonistica. Si attraversa l’antico paesino di Cappella fino a spuntare su un parcheggio, di fronte a noi il sentiero prosegue in salita fino alla parte più alta del paese. Risalendo a vista con direzione nord, andiamo a innestarci d’obbligo su un buon sentiero che partendo dalla località Le Ravi, attraversa a mezzacosta il versante nord del paese di Cappella. A quota 846 mt raggiungiamo Fonte Cannellacqua, vecchio abbeveratoio di sasso. Continuiamo dritto sul nostro tracciato a mezzacosta. Dopo circa un’ora e mezza arriviamo ai prati di Pian di Luco quota 971 mt. Qui troviamo un piccolo laghetto artificiale recintato sopra il quale c’è l’edicola (maestà) di sasso chiusa da un cancello di metallo; il tracciato risale sul fianco sinistro dell’edificio fino alla sella soprastante.

Siamo su un punto molto panoramico, l’appennino ci fa da cornice. Sulla sinistra la ns. salita alla vetta del Monte Prato Fiorito. Troviamo comode panchine per una breve sosta e per ammirare l’incantevole paesaggio.

Imbocchiamo la salita ed entriamo in una rada boscaglia, qui il sentiero è molto ripido e impegnativo ma, in circa 40 minuti siamo alla prima vetta.

Da qui possiamo già ammirare il lungo crinale del Monte Prato Fiorito e le sue punte. Con leggere salite e discese lo attraversiamo tutto ed arriviamo alla croce di vetta, cartelli indicatori e libro di vetta. Il panorama da qui è di una bellezza che non si può raccontare! Le apuane di fronte a noi e addirittura si può vedere la costa!

Per il ritorno proseguiamo diritto in discesa sui prati fino a Foce del Trebbio (mt 1128) ampia e verde sella, incrocio di vari sentieri. Da qui si può decidere se risalire a diritto il Monte Coronato e quindi allungare di un paio di ore circa l’escursione oppure proseguire a sinistra per San Cassiano. A destra il sentiero conduce in breve alla strada carrozzabile di Foce al Lago (mt 1103).

A sinistra il sentiero prosegue a mezzacosta costeggiando il Prato Fiorito e sulla destra il Monte Coronato. Si oltrepassano vecchi alpeggi alcuni abbandonati altri ancora utilizzati dai locali pastori. Troviamo una fonte abbeveratoio, Fonte Quornia. Il Sentiero ci riporta con un tragitto in discesa su fondo roccioso al punto di partenza costeggiando una falesia di rocce che nel secolo XVIII° staccandosi dalla montagna del Prato Fiorito ricoprì due intere frazioni del paese di San Cassiano. Qui fare attenzione alla discesa su ghiaione.

Il sentiero finisce sulla strada, in una piazzetta dove c’è il campo base Lucca Quad. Si prosegue per poche decine di metri sulla strada fino a ritrovare il parcheggio e il sentiero a destra in discesa che ci riporta alle auto.

Lascia un commento

Chiudi il menu